venerdì, Ottobre 22, 2021
Home White papers Componenti per l'automazione del marchio Panasonic: controller PLC, sensori, alimentatori e altro

Componenti per l’automazione del marchio Panasonic: controller PLC, sensori, alimentatori e altro

4
(1)

Sebbene il consumatore medio associ il marchio Panasonic agli apparecchi radiotelevisivi e a vari dispositivi elettronici di consumo, gli esperti di automazione industriale conoscono perfettamente i diversi volti dell’azienda giapponese. Il marchio, precedentemente noto come Matsushita Electric Industrial, si specializza nella produzione di dispositivi per molti campi, concentrandosi sull’alta specializzazione e sulla qualità dei prodotti. Ecco perché nell’offerta della TME sono presenti molte soluzioni firmate con il logo Panasonic. La maggior parte di queste ultime è disponibile direttamente nei magazzini. Grazie a questo fatto TME è in grado di ridurre al minimo i tempi di consegna ai clienti, cosa che nel caso dei componenti per l’automazione, comporta tempi di fermo macchina minimi e una migliore manutenzione del parco macchine.

Nel seguente articolo analizzeremo diversi gruppi di prodotti. Questo è solo un esempio della vasta gamma di prodotti del marchio Panasonic disponibili presso la TME. Oltre alla gamma descritta di seguito, nel catalogo on-line si possono trovare anche componenti passivi (ad esempio, una vasta gamma di condensatori), microinterruttori, relè elettromagnetici e molti altri articoli. L’intera gamma di prodotti Panasonic è accessibile utilizzando il link seguente.

Sensori fotoelettrici

I sensori di movimento fotoelettrici si trovano in molte aree dell’automazione, anche se le applicazioni più comuni includono edifici intelligenti, illuminazione, allarme e sistemi HVAC. Inoltre vengono utilizzati in dispositivi come, ad esempio, le biglietterie automatiche. I sensori a riflesso Panasonic sono firmati con l’abbreviazione PaPIR, che deriva dalla tecnologia utilizzata al loro interno Panasonic Passive Intrared (o pyroelectric, tipo di rivelatore ad infrarossi). I componenti del produttore giapponese sono realizzati con materiali rispettosi dell’ambiente. Nel caso della serie EKMB, si distinguono per il consumo di corrente molto basso (1μA o 6μA). Per via del fatto che per il funzionamento richiedono tensioni nella gamma da 2,3 V a 4V DC, sono ideali per dispositivi alimentati a batteria, ad esempio illuminazione occasionale e automatica di luoghi situati a grande distanza dalla rete elettrica, nonché attivazione remota in sistemi di monitoraggio (CCTV). Dispongono di uscite digitali e sono stati protetti contro le interferenze che possono essere causate da false eccitazioni. I componenti sono adatti per l’installazione a foro passante (ad esempio, THT su scheda PCB).

Per informazioni sui sensori fotoelettrici EKBM clicca qui

 

Sensori di movimento della serie PaPIRs, componente con portata fino a 5m

Alimentatori per guida DIN

FP-PS24 è una serie di alimentatori DC destinati al montaggio su guida DIN. Sono progettati per l’alimentazione direttamente dalla rete elettrica in ogni angolo del globo (da 85V a 264 AC, da 47 a 63Hz). Assicurano una tensione stabile di 24V DC, che può essere regolata utilizzando un potenziometro nell’intervallo da 23V a 29V. La serie è composta da tre modelli, con denominazioni: 023E, 060E e 120E. La loro corrente massima di uscita è rispettivamente 1A, 2,5A e 5A, sotto carico costante. All’interno delle caratteristiche nominali, questi valori possono essere superati temporaneamente (ad esempio, durante l’avvio) del 25% (per 7 secondi) o del 50% (per un tempo non superiore a 3 secondi). L’efficienza degli alimentatori raggiunge il 91,5%, che in combinazione con l’utilizzo di condensatori di marca con una lunga vita utile, garantiscono un funzionamento ergonomico ed elevata durevolezza, caratteristiche importanti per le sorgenti di alimentazione utilizzate nell’automazione.

Alimentatore switching Panasonic (serie FP-PS24) con potenza 120W.

Il dispositivo è realizzato in conformità con la norma EN60950 (regolazione della sorgenti di alimentazione per apparecchiature teleinformatiche) e IEC60068 (che prevede prove di resistenza agli urti). Nei circuiti degli alimentatori sono installate protezioni da sovraccarico e cortocircuito dell’uscita. Queste sono progettate in modo da sezionare la tensione di uscita in caso di guasto (ad esempio, allagamento), questa supera i 35V DC.

Per informazioni sugli alimentatori Panasonic per guida DIN clicca qui

Controller PLC

Nei moderni sistemi di automazione, incontriamo sempre più frequentemente unità di controllo autonome, ossia PLC (Programmable Logic Control). I controller a logica programmabile consentono la costruzione di linee di produzione o trasporto compatte (nel campo della produzione o stoccaggio/spedizione), l’implementazione di sistemi di automazione complessi negli edifici e l’implementazione di molte altre strutture/miglioramenti. A questo proposito il marchio Panasonic offre diversi gruppi di prodotti, le cui caratteristiche saranno discusse di seguito. Si noti qui che gli elementi descritti hanno nel catalogo TME specifiche dettagliate e opuscoli informativi allegati. Vi invitiamo a scoprire le informazioni complete contenute nelle pagine dei singoli prodotti.

Serie FP0R

La serie FP0R comprende moduli compatti (larghi 25 mm) di moduli PLC e i loro accessori. Le centraline sono dotate di porta RS232C, circuiti di controllo ad alta velocità e mini porta USB (destinata per la programmazione). La memoria dell’unità consente di salvare fino a 32 mila istruzioni (passaggi). Il controller stesso può supportare fino a 4 azionamenti, senza la necessità di utilizzare moduli di espansione. Ogni modulo FP0R può anche essere utilizzato come driver analogico (usando un filtro sotto forma di condensatore all’uscita del segnale PWM). Gli ingressi sono collegati ai contatori ad alta velocità, che operano indipendentemente dal programma, ciò consente un conteggio preciso degli impulsi di ingresso (ad esempio, encoder o sensori). Vale la pena notare che il marchio Panasonic ha dato agli utenti la possibilità di collegare fino a 99 dispositivi FP0R utilizzando il protocollo Modbus, mentre ogni unità supporta fino a 128 punti I/O, ciò consente la costruzione di un sistema di controllo molto esteso. I controller sono dotati di memoria non volatile che in molti casi ridurrà il tempo di riavvio delle macchine/dispositivi dopo un’interruzione dell’alimentazione.

Modulo di espansione della serie FP0R (16 ingressi, 16 uscite) ed elementi forniti nel kit.

La programmazione dei controller Panasonic viene eseguita utilizzando l’applicazione FPWIN Pro, un ambiente ben documentato sia dal produttore, che da molti utenti che pubblicano soluzioni ed esercitazioni esemplificative su Internet. Il software consente la gestione del funzionamento dei controller utilizzando diagrammi a scala, a blocchi, nonché elenchi di istruzioni e testo strutturale. Il video riportato di seguito presenta un esempio di un semplice programma creato in forma di scala classica.

Per informazioni sulla Serie FP0R clicca qui

 

Serie FP0H

I controller della serie FP0H presentano funzionalità simili a quelle sopra descritte, tuttavia appartengono a una nuova generazione di dispositivi e sono progettati per una comunicazione avanzata. Dispongono di presa RJ-45 integrata, possono essere collegati direttamente a una rete che utilizza i protocolli Ethernet/IP, Modbus-TCP o MC (MEWTOCOL). Di conseguenza, funzionano con una serie di dispositive, non solo prodotti dal marchio Panasonic. Sono ideali come unità per il monitoraggio del funzionamento di macchinari (per la trasmissione di dati al server o la visualizzazione di questi sullo schermo del computer collegato alla rete locale). Le informazioni inoltre possono essere salvate su una scheda SD, la cui porta si trova in ciascuna unità. Qualora sia necessario adattare il controller ad altri metodi di comunicazione, i moduli che estendono la funzionalità della serie FP0H, sono disponibili sotto forma di cartucce facili da installare (ad esempio, AFP0HCCS1M1).

Nel modulo del controller PLC della serie FP0H sono state installate delle prese RJ-45

Il controller stesso è dotato di 16 ingressi, 16 uscite (transistor) e 4 ingressi con contatori HSC (ossia high-speed counter). I dispositivi funzionano con una tensione 24V DC.

Per informazioni sulla Serie FP0H clicca qui

Controller FP-X e FP-X0

La serie FP-X è progettata per soddisfare le esigenze di installatori e costruttori che eseguono sistemi di automazione completi. Le unità di questo gruppo sono progettate per controllare dispositivi complessi e precisi, riducendo al contempo il numero di controller stessi. Ciò consente di creare sistemi di controllo compatti e relativamente semplici con il minimo sforzo. Tutte le unità FP-X sono basate su processori con architettura RISC ad alta velocità a 32 bit. Con l’utilizzo di moduli di espansione (porte di I/O supplementari) un singolo controller può supportare fino a 300 punti di I/O. Le unità centrali e supplementari dispongono di uscite a relè con una capacità di carico fino a 2A, pertanto possono utilizzate per il controllo diretto di componenti elettromeccanici (elettrovalvole, servomeccanismi, ecc.). Ulteriori porte di comunicazione (Modbus, PLC-link, RS232, ecc.) sono disponibili dopo l’installazione di moduli compatibili.

 

Controller FP-X0 convenienti programmati tramite la porta USB integrata.

Per consentire la modifica e la manutenzione dei sistemi, i controller FP-X sono dotati di memoria indipendente e non volatile per memorizzare i commenti del codice. Grazie a questa caratteristica, il creatore del programma può includere nel suo algoritmo informazioni che ridurranno il tempo della sua “decodifica” e modifica, anche se ciò sarà effettuato da una persona completamente diversa.

Funzionalità simili a quelle della serie FP-X sono presenti nel gruppo di prodotti FP-X0, tuttavia in misura limitata. Si tratta dei controller PLC più semplici e convenienti, alimentati con tensione da 100V a 240V AC, adattati alla maggior parte delle attività che si verificano nel controllo di macchinari e componenti elettromeccanici. Dispongono di una capacità massima di memoria di 8 mila istruzioni (step), ingressi analogici integrati, facilitando la comunicazione, ad esempio, con sensori di temperatura, orologio in tempo reale (RTC) e un contatore con una frequenza di conteggio massima di conteggio di 20 kHz o 50 kHz. A seconda del modello, i clienti possono scegliere unità con un numero di uscite da 6 a 28 (di cui da 4 a 24 uscite a relè). Il modello FP-X0 è progettato per assicurare un eccellente rapporto qualità-prezzo. Questa serie è consigliata principalmente per i piccoli impianti in cui sarà utile per l’ammodernamento di linee di produzione, macchinari per la lavorazione di materiali, l’automazione dell’imballaggio ecc.

Per informazioni sui controller FP-X e FP-X0 clicca qui

Testo redatto dalla Transfer Multisort Elektronik Sp. z o.o.

The original source of text: https://www.tme.eu/it/news/library-articles/page/43591/Componenti-per-lautomazione-del-marchio-Panasonic/

Quanto hai trovato interessante questo articolo?

Voto medio 4 / 5. Numero valutazioni: 1

Ancora nessuna valutazione! Valuta per primo questo articolo.

Registrati anche tu su Elettronica TECH!
Ecco i vantaggi esclusivi per gli utenti registrati:
- GRATIS abbonamento alla rivista Elettronica AV
- ricezione in tempo reale degli aggiornamenti
- possibilità di recensire e commentare gli articoli
ISCRIVITI SUBITO!

ULTIME NEWS

ABBONAMENTO

PARTNER

MERCATO

SOCIAL

EVENTI

Registrati anche tu su Elettronica TECH!
Ecco i vantaggi esclusivi per gli utenti registrati:
- GRATIS abbonamento alla rivista Elettronica AV
- ricezione in tempo reale degli aggiornamenti
- possibilità di recensire e commentare gli articoli
ISCRIVITI SUBITO!