MCU a 32 bit basato su Arm Cortex-M0+ Core con compatibilità AUTOSAR, sicurezza funzionale e cybersecurity

0
121
MCU a 32 bit basato su Arm Cortex-M0+ Core con compatibilità AUTOSAR, sicurezza funzionale e cybersecurity
4
(1)

Microchip Technology annuncia il microcontroller (MCU) PIC32CM JH per fornire ai produttori una soluzione MCU dotata di componenti che soddisfano gli standard di sicurezza funzionale ISO 26262 e ISO/SAE 21434.

I produttori di sistemi elettronici, dai veicoli agli elettrodomestici, si stanno muovendo verso l’automazione e la connessione delle applicazioni finali, stimolando la necessità di standard di settore relativi alla sicurezza funzionale e alla protezione informatica (cybersecurity) per garantire che i loro prodotti funzionino in modo sicuro e protetto.

Il microcontroller PIC32CM JH è un dispositivo 512KB Flash, 5V, Dual CAN FD che offre funzionalità premium, generalmente disponibili solo su dispositivi più costosi e con performance più elevate.

Questo è il primo MCU del settore basato sull’architettura Arm Cortex-M0+ con supporto AUTOSAR, Memory-Built-In Self-Test (MBIST) e secure boot.

Il PIC32CM JH è compatibile con AUTOSAR, un’architettura open software, che offre ai fornitori la possibilità di passare a hardware di livello inferiore mantenendo il codice dell’applicazione originale, facilitando la migrazione tra diversi progetti.

AUTOSAR-ready è progettato per semplificare il processo di sviluppo e ridurre i costi complessivi.

Quando si utilizza AUTOSAR, Microchip offre microcontroller abstraction layers (MCALs) ASIL B per applicazioni di sicurezza funzionale, fornendo l’interfaccia hardware di livello inferiore verso gli MCU.

Gli OEM del settore automotive richiedono sia la sicurezza funzionale che la cybersecurity per molte applicazioni a bordo veicolo, come pulsanti touch e manopole touch, controlli delle porte e controlli della console e applicazioni come ADAS (Advanced Driver Assistance Systems).

Il PIC32CM JH, se abbinato a uno dei circuiti integrati di sicurezza Trust Anchor TA100 CryptoAutomotive di Microchip, è conforme a ISO/SAE 21434, il nuovo standard di cybersecurity per il settore automotive.

Il TA100 utilizza l’archiviazione di chiavi crittografiche ultra sicura basata su hardware e contromisure crittografiche per eliminare potenziali backdoor legate ai punti deboli del software.

Il secure boot fa parte dell’hardware e autentica il codice per assicurarsi che sia valido e impedisce il caricamento di codice dannoso nell’MCU. Altre caratteristiche hardware incluse nell’MCU PIC32CM JH sono gli ECC (Error Correction Code – codice di correzione degli errori) con fault injection, loopback sulle interfacce di comunicazione, unità di protezione della memoria di sistema e MBIST, tutti meccanismi di sicurezza utilizzati per soddisfare gli standard ISO 26262, IEC 61508 e IEC 60730.

MBIST è il metodo standard del settore per testare le memorie embedded e può controllare rapidamente l’integrità della SRAM (Static Random-Access Memory) per assicurarsi che funzioni correttamente prima che il codice venga eseguito per mitigare gli errori.

Per supportare gli sviluppatori nell’implementazione, PIC32CM JH viene fornito con documentazione di sicurezza funzionale come un manuale di sicurezza, Failure Modes Effects and Diagnostic Analysis (FMEDA) e codice di diagnostica ai livelli di sicurezza ISO 26262 ASIL B (Automotive Safety Integrity Level).

Inoltre, il PIC32CM JH include un controllo touch avanzato con Driven Shield Plus, che garantisce un’operatività resistente al rumore e all’acqua. Questa caratteristica è necessaria per elettrodomestici, applicazioni industriali e automotive in cui il touch deve funzionare in una varietà di ambienti difficili.

PIC32CM JH MCU è supportato dal PIC32CM JH01 Curiosity Pro Development Kit.

Commenti

Con l’MCU PIC32CM JH, Microchip risponde alla crescente esigenza di soluzioni di microcontrollori progettati con sicurezza funzionale e protezione alla sicurezza informatica (cybersecurity), che è particolarmente importante nell’industria automotive“, ha affermato Rod Drake, vice president of Microchip Technology’s 32-bit MCU business unit. “OEM e altri produttori ora hanno la possibilità di utilizzare un MCU entry-level basato su Arm Cortex-M0+ per soddisfare i requisiti di conformità precedentemente disponibili solo su MCU di fascia alta“.

Per informazioni clicca qui 

Quanto hai trovato interessante questo articolo?

Voto medio 4 / 5. Numero valutazioni: 1

Ancora nessuna valutazione! Valuta per primo questo articolo.